Sfiati

FUNZIONAMENTO DEGLI SFIATI

Gli Sfiati assolvono una triplice funzione:

  1. Uscita dell’aria dalla condotta durante la fase di riempimento
  2. Aspirazione dell’aria atmosferica all’interno della condotta durante la fase di svuotamento
  3. Espulsione dell’aria disciolta nell’acqua sotto pressione durante l’esercizio della condotta

Per le prime due funzioni si può impiegare un unico sfiato a largo orifizio (sfiato Siena, sfiato Crotone e/o sfiati filettati).

Per la terza funzione viene impiegato lo sfiato a doppio galleggiante che assolve tutte le tre funzioni con una sola derivazione.

CARATTERISTICHE COSTRUTTIVE

Gli sfiati di nostra costruzione si caratterizzano, oltre che per le prestazioni, anche per la sicurezza e la durata di funzionamento.

I punti vitali di uno sfiato sono gli organi di tenuta e la capacità di portata d’aria.
Dal disegno risulta evidente il grande rapporto esistente tra il diametro dell’orificio di passaggio dell’aria e il diametro nominale.

Il disegno della sede di tenuta, inoltre, è tale da assicurare un carico unitario minimo tra le sedi, anche in presenza della massima pressione di esercizio ammissibile.

Nel tipo a Doppio Galleggiante, l’orificio di espulsione è ricavato in un anello di bronzo, per cui la sezione di passaggio dell’aria non potrà mai restringersi ne occludersi per ossidazione.

DIMENSIONAMENTO DEGLI SFIATI

La dimensione degli sfiati è determinata dalla portata della condotta, in quanto il volume d’acqua che si sposta deve corrispondere ad un eguale volume d’aria, misurato però alla pressione atmosferica.

Il diametro dello sfiato è sempre molto inferiore a quello della condotta, per cui, immettendo acqua si genera una sovrappressione d’aria e, inversamente, scaricando acqua, si genera una depressione nella condotta.

Il diagramma seguente evidenzia quale sia il DN dello sfiato quando sono dati la portata in mc/sec e le sovrappressioni e depressioni ammesse alla condotta.

È evidente anche che, per portate superiori a quelle indicate nel diagramma è sempre possibile montare un grappolo di due-tre-quattro sfiati su una derivazione di diametro adeguato, senza ricorrere a costosi sfiati unici di grandi dimensioni.

TEMPERATURE MIN-MAX D’ESERCIZIO

GHISA GRIGIA (EN GJL 250) 0°- 80°

GHISA SFEROIDALE (EN GJS 400) 0° – 120°

COSTRUZIONE

Tutti i materiali impiegati e la produzione/lavorazione sono made in italy/eu e rispondono alle vigenti norme di legge.

Tutti i nostri sfiati sono forati conformemente alla UNI EN 1092-2 e collaudati in accordo alla UNI EN 12266-1.

VERNICIATURA

Verniciatura a polvere epossidica RAL 5015 applicata elettrostaticamente con spessore standard di 100 micron (spessori più elevati sono eseguibili su richiesta).

Conforme al D.M. 174/04.